Obama in bilico nei collegi elettorali


Fino a questo momento la campagna di Obama aveva dato ottimi risultati, al di là dei trionfalisimi prematuri e fuori luogo dei media (nostrani e non); i fatti parlavano comunque chiaro: McCain poteva vincere, era vicino, ma avrebbe dovuto conquistare tutti gli stati in bilico. Virginia, Ohio, Nevada erano praticamente imprescindibili. Ora invece il GOP ha acquisito un discreto vantaggio in questi stati, mettendo i DEM all’angolo. Non solo, ora sono i loro stati a ballare, Michigan, New Hampshire e New Mexico in primis, ma qui si scommette che anche Minnesota, Pennsylvania ed Oregon potrebbero costringere gli strateghi dell campagna Obamiana a spendere risorse in questi due stati.

Tutto ciò porterà un indubbio vantaggio a McCain; lui e la Palin potranno concentrarsi sugli stati più importanti come Colorado, Pennsylvania e Michigan. Vincere uno di questi porterà il duo repubblicano alla Casa Bianca.

Dettaglio swing-state:

North Carolina (15): +8,1% (+3,5%) (+++ esce dai leaning +++)

escludendo gli stati presi in esame qui sotto avremo un parziale di 200-193 EV a favore di McCain. E’ evidente che la strada che porta a quota 270 non possa prescindere dai 47 EV che porterebbero Ohio e Florida. Quindi siamo a 247, ne mancano 23 (con 22 si arriva a 269-269 ed Obama verrebbe eletto dal congresso). Aggiungo i 5 del Nevada (ad oggi perdere il Nevada comporterebbe probabilmente un cattivo risultato popolare di McCain che pregiudicherebbe la corsa alla vittoria) e giungo a 252 (-18 dall’obiettivo).

A questo punto la strada più comoda è rappresentata dall’accoppiata Virginia/Colorado, ma anche Virginia/New Mexico basterebbe se non fosse che vincere il New Mexico perdendo il Colorado è praticamente impossibile. Passa tutto per il Colorado, dove per giunta i DEM sono freschi di convention.

Ecco però che gli ultimi sondaggi ci confortano, il Michigan è in gioco eccome, Pennsylvania e Minnesota potrebbero rientrare, ecco perchè vincere uno di questi tre porterebbe la vittoria.

Pur perdendo il Colorado (ma non la Virginia) col Michigan McCain è presidente, meglio ancora con la Pennsylvania (potrebbe anche perdere la Virginia).

Nevada (5): +4,0% (+3,8%)
Florida (27): +3,2% (-0,2%)
Virginia (13): +3,1% (+1,9%)
Ohio (20): +1,9% (+0,3%)

Colorado (9): -0,9% (-1,4%)
New Mexico (5): -0,4% (+3,5%)

Michigan (17): -2,2% (+1,4%)
New Hampshire (4): -2,6% (-1,4%)
Pennsylvania (21): -3,0% (+1,6%)
Minnesota (10): -3,0% (+0,6%)
Iowa (7): -3,7% (+0,6%)
Oregon (7): -4,1% (+++ New Entry +++)

Tags:
  • krentak

    Mi incuriosisce molto il Minnesota, vista la scelta di svolgere la convention GOP in quello Stato. Penso comunque che la strada per la vittoria di McCain passi esclusivamente attraverso il Colorado. Gli altri Stati come MI, PA, NH, NM, forse MN e IA, li vedo più come strumenti tattici che non come obiettivi realistici.

  • in Minnesota purtroppo ancora non ci sono numeri, chissà perchè. evidentemente non è considerato swing-state come altri. poi è chiaro che il Colorado è un “Must-Win”.
    Però credo che McCain cerchi veramente di strappare uno o più stati nei grandi laghi. Il GOP è un pò che ci prova.. prima o poi riuscirà 🙂