Sondaggio DIGIS: PD 25,4% PDL 18,4% M5S 16,8%. Astensione al 35%

Nuovo sondaggio DIGIS per Sky Tg24.

 
Anche per Digis c’è un rimbalzo per il CDX, in particolare il PDL sale sopra il 18% con un balzo superiore al 2%. Tuttavia la coalizione rimane debole sotto il 26%.
TPI stabile ed ancora piuttosto debole.
CSX in crescita. Il PD torna sopra il 25%, SEL in forte espansione vicino all’8%.
Scende il M5S che comunque rimane molto forte, vicino al 17%.
 
Elettorato attivo sul 53%. Il 35% dichiara l’astensione.
 
 
 
Tags:
  • Antonio.

    Primo !

  • Antonio.

    Continua l’altalena del CDX.
    Di nuovo al 25% dal 30 del precedente sondaggio.

  • Antonio.

    Astensione al 35% è tanto.

  • AND

    tornato. oggi sono cotto

    • Antonio.

      Buonasera.

      • AND

        ciao anto, tutto bene? oggi qui a roma stracaldo

        • Antonio.

          Si tutto bene,la prossima settimana ricominciamo col super lavoro.
          Poi per quest’anno il punto critico dovrebbe essere passato.

  • Antonio.

    Il CSX è messo bene.
    18 punti di vantaggio o 15 non sono i 5 del 2006.
    Però con questi discorsi sulle alleanze rischia quantomeno di complicarsi la vita.

    • Antonio.

      Diciamo che la sinistra classica ha un largo vantaggio,anche senza FDS e Radicali.
      Però con la polemica con IDV e per la alleanza con l’UDC rischia di fare casini.

  • Antonio.

    Si parla molto di sistema elettorale.

  • Antonio.

    Quale il migliore ?

  • Antonio.

    Purtroppo anzichè confrontarsi alla fine quasi sempre ognuno convinto delle sue ragioni dà addosso agli altri.

  • Antonio.

    Io la penso diversamente.

  • Antonio.

    Ad esempio bisognerebbe analizzare le questioni in modo imparziale,senza preconcetti.,

  • Antonio.

    Ad esempio riconoscere che i sistemi elettorali hanno tutti lati positivi e negativi.

  • Antonio.

    Ad esempio il proporzionale puro o con piccola soglia di sbarramento(2-3%)ha il vantaggio di far contare tutti o quasi i voti dei cittadini.

    • Antonio.

      Tuttavia in un sistema politico frammentato votare col proporzionale potrebbe portare al fatto che non ci siamo maggioranze stabili.

      • Antonio.

        Ad esempio in Italia nelle 5 elezioni poltiche della seconda repubblica nessuna coalizione ha ottenuto una maggioranza netta di voti.
        Nel 1994 il Polo era comunque molto sotto il 50%.
        Nel 1996 il CSX era al 43,3 nel prop.,al 44 al senato e al 45,5 alla camera maggioritaria.
        Nel 2001 il CDX superava di pochissimo il 50% solo al proporzionale e solo contando il MSFT,ed ancora di meno al maggioritario di amera e senato.
        Nel 2006 si era 50 a 50,e nel 2008 il CDX era solo al 46,8.
        Quindi votando con un sistema proporzionale difficilmente ci sarebbe stata una forte maggioranza.
        Anche in Germania quando il quadro politico si è frammentato ci sono stati problemi e si è
        dovuto ricorrere alla grande coalizione.

      • AND

        a cosa ti servono larghe maggioranze quando non sai che farne o quando metti insieme prima cani e porci? la legge elettorale è un falso problema, in germania c’è il proporzionale e non mi pare abbiano grandi problemi. in GB o in USA hanno sistemi maggioritari.

        ma cosa cambia? niente. falsi problemi, come al solito. è la storia dell’italia

        • Antonio.

          E’vero,forse il problema maggiore è avere una buona classe politica.

  • Antonio.

    Il maggioritario ha anch’esso vantaggi e svantaggi.

    • Antonio.

      Aggancia un singolo territorio ad un determinato parlamentare.

      • Antonio.

        Però distrugge tutti i voti di chi arriva secondo.
        Se in un collegio uno vince col 50,1 quello che perde col 49,9 viene cancellato.
        Ed il 49,9 non è certo una sparuta minoranza.
        Fa spece che chi condanna il sistema del premio di maggioranza del porcellum alla camera poi invece trovi normale che col 50,1 si ottenga il 100% della rappresentanza.

  • Antonio.

    Io penso che ci vorrebbe più dialogo.
    Purtroppo in questi anni la situazione si è incattivita.
    Per esempio in molti forum gli elettori di sinistra schifano a priori quelli di detra e viceversa.
    Cioè appena dici che sei di CDX ti mettono in conto:
    i morti della seconda guerra mondiale
    le stragi del terrorismo nero
    le stragi della mafia del 1992-1993
    tutto il debito pubblico
    i tagli alle pensioni(anche quando li fa il Pd)

    • Antonio.

      Questo però era solo un piccolo off-topic.
      Non soffermiamoci troppo su.
      Su Sp per fortuna le cose sono diverse.

  • Antonio.

    Io penso che quando si vota si vota per 2 livelli,il governo e la rappresentanza.
    Il governo di un paese o di una città è giusto che sia prerogativa solo di chi prende la maggioranza dei voti.

    • Antonio.

      Invece credo che la rappresentanza dovrebbe essere aperta a tutti i partiti che ottengono una certa soglia.

  • Antonio.

    Il problema è trovare un compromesso tra la rappresentanza e la governabilità.

  • Antonio.

    Ci sono molti sistemi elettorali.
    Ad esempio il doppio turno francese,il singolo anglosassone,o i proporzionali tedesco o spagnolo.

  • Antonio.

    Questi sistemi cercano di adattarsi alle dinamiche elettorali dei vari paesi.

  • Antonio.

    Per esempio gli USA sono un paese dove il voto è in movimento.(un pò meno ultimamente)
    Li tutti glia stati hanno votato almeno una volta Rep o Dem.
    Quindi il sistema funziona.

  • Antonio.

    In Francia il sistema funziona anche perchè ci sono 2 forti partiti.
    Ad esempio il CDX ha perso le ultime elezioni.
    Ma non è stato cancellato,Sarkozy ha pur sempre prso il 48,4%,mica poco.
    Certo il sistema francese fa si che un partito del 15% come il FN sia fuori dal parlamento,ma in fondo quelli sono visti come dei fascisti xenofobi e se rimangono fuori tanto meglio.
    Solo nel 1993 avvenne qualcosa di particolare,per effetto del maggioritario il CDX ottenne qualcosa tipo 477 collegi o giù di li su 577.
    Ovvero l’80% e più.
    Ma il CDX nonostante andasse forte non aveva di certo l’80% dei voti.
    Certo col sistema francese era tutto regolare,non dico mica di no,tanto che poi non si è più ripetuto nulla di simile.

  • Antonio.

    Veniamo all’Italia.
    quale potrebbe essere il sistema elettorale migliore ?

    • Antonio.

      Non di certo quello del senato,che non garantisce nessuna maggioranza certa.
      Come vedete pur essendo di CDX non ho problemi a criticare lo schieramento per cui voto.

  • Antonio.

    Veniamo all’Italia.

    • Antonio.

      Quale potrebbe essere il sistema elettorale migliore ?

      • Antonio.

        Non certo quello del senato,che non garantisce una maggioranza stabile.

        • Antonio.

          Come vedete pur votando CDX non ho problemi a criticarlo.

  • Antonio.

    Problema tecnico,sembrava che gli ultimi messaggi si fossero cancellati e per questo li ho riscritti.

  • Antonio.

    Torniamo al discorso principale.

  • Antonio.

    Si vorrebbe in Italia un maggioritario alla francese,quindi senza recuperi proporzionali.
    Mi pare di capire che l’unica differenza sia che il PD il ballottaggio lo vuole solo tra i primi 2 e non come in Francia tra che supera la soglia del 12,5% tra gli iscritti alle liste elettorali.

  • Antonio.

    Per carità se passasse va bene anche questo.

  • Antonio.

    Però come si inserirebbe nel sistema politico italiano attuale ?

  • Antonio.

    Parliamoci chiaro col la sinistra al 45% ed il solo PDL al 20 con la Destra e Miccichè non ci vuole
    essere un mago delle proiezioni per capire che a parte qualche rara eccezione la sinistra otterrebbe
    la maggioranza in tutti o quasi i collegi.
    Al CDX andrebbero forse solo i collegi della zona di Latina,Trani e qualcosa nelle zone dove il CSX è davvero molto debole come le zone pedemontane di Lombardia e Veneto.
    Quindi col 45% dei voti il CSX potrebbe avere il 90% dei seggi.

  • Antonio.

    Sarebbe naturalmente legale,non lo metto in dubbio.
    Non vorrei iniziare poi un discorso se sia giusto o meno,visto che alla fine nascono polemiche su questi argomenti.

  • Antonio.

    Io penso,ma è una mia opinione,che un sistema coi collegi porterebbe a quelle situazioni.

  • Antonio.

    Va bene che molti di sinistra metterebbero fuori legge tutti i partiti del CDX,però spero che qui non si ragioni così.
    Non pensate che sia meglio che in parlamento ci siano rappresentanti di tutti i partiti ?
    Molti,secondo me giustamente,si lamentavano dell’esclusione della Sinistra Arcobaleno
    nel 2008.(ed era al 3%)
    Allora a maggior ragione non si dovrebbe essere titubanti di fronte ad un sistema che può
    escludere un partito del 20-30(ma anche 49,9%)?

  • Antonio.

    Io penso che andrebbe rivista l’architettura istituzionale del paese.
    Ad esempio con l’abolizione del bicameralismo.

  • Antonio.

    Per la legge elettorale della camera,che così sarebbe l’unica ad avere potere di legiferare,
    ci potrebbero essere varie soluzioni.
    Ad esempio il sistema spagnolo,oppure un porcellum modificato.
    Per dire il porcellum della camera si potrebbe migliorare innanzitutto con le preferenze e poi introducendo delle soglie al premio.
    Chessò se una coalizione prende più del 55% niente premio e divisione proporzionale,in quanto la coalizione che vince il 55% lo ha già di suo.
    Anche sotto il 40 niente premio e divisione proporzionale.
    Meno del 40% è poco per ottenete un premio di 340 deputati.
    Il problema è quando far scattare il premio.
    Per dire dal 40 al 45% si potrebbe fare che chi vince prende 320 deputati.
    E dal 45 al 55 i 340.
    Però dipende dalla mentalità della gente.

  • Antonio.

    C’è troppa conflittualità.
    Molti di sinistra rimarcano che Berlusconi nel 2008 avrebbe vinto con solo il 46,8%.
    Come fosse non legittimo il suo governo.
    Però molto pochi elettori di sinistra si sono posti lo stesso problema quando era la sinistra a vincere con la minoranza dei voti come nel 1996 e nel 2006.

  • Antonio.

    Per dire,c’era gente che delegittimava la vittoria di Formigoni del 2000,calcolando che contando gli astenuti non era stato votato dalla maggioranza degli elettori.

    • Antonio.

      Però non si faceva queste seghe mentali di fronte alle vittorie del CSX.

  • Antonio.

    Io vorrei che si ragionasse su dati di fatto e non con preconcetti.
    Del tipo se lo dice la destra è male,se lo dice la sinistra è bene.

  • Antonio.

    Per esempio in questo momento io credo che al di là del tifo e della passione politica ci sia da sperare
    che la situazione italiana non degeneri.

  • AND

    oh mamma annthony! scrivi un post 🙂

  • Antonio.

    Adesso esco,ciao a tutti.
    Una buona notizia,a Genova la tassa sui rifiuti è salita solo di pochi euro dall’anno scorso.

  • HOTDOG

    già detto più volte, vorrei una legge elettorale che sia sostanzialmente sia pure con aggiustamenti come quella che c’era fino al 1992 o come quella che c’è oggi per le provinciali

  • Giulia

    Antonio the monstre

  • Antonio.

    Eccomi rientrato.

  • Deboroh

    Ciao!! non riesco più a seguire i commenti via iphone.. sto vedendo la prova di ciclismo, mancano 3 giri

    • HOTDOG

      tanto vince cavendish

    • AND

      grande vino!!

  • AND