Sondaggio EMG (7 ottobre 2013): CSX 36,0% (3,4%), CDX 32,6%, M5S 19,5%. Il Partito di Alfano parte da una base del 5,6%

Continua l’allungo del CSX per EMG. Il CDX (PDL in particolare) perde un punto, il CSX lo guadagna. Stabili Centro e M5S.

Di assoluto interesse l’indagine sul Partito Popolare a guida Alfano. EMG chiede verosimilmente di esprimere un voto da 1 a 10 a proposito di questa ipotetica nuova formazione. Il 5,6% degli intervistati indica un punteggio molto alto (8-10), che può indicare la base del partito. L’11,3% indica un punteggio comunque positivo (6-7), possiamo considerarlo un bacino potenziale. Il restante 83,1% non indica nulla o indica un punteggio insufficiente, chiaro segnale di disinteresse.

emg

Potenziale di un nuovo Partito Popolare guidato da Alfano

2013-10-07 21.34.29

Tags:
  • Luigi Rió

    Secondo me Alfano in vista di un dopo Berlusconi dovrebbe insistere che nella nuova costituzione ci sia il voto obbligatorio, magari un sistema all’australiana. Cosí gli ex-votanti di Berlusconi sarebbero costretti a recarsi alle urne e a indicare chi preferiscono tra cdx e csx.

    • Sargon

      Si, cosi’ saremmo sommersi dalle schede nulle.

    • Giorgio Citti

      m5s no?

      • Luigi Rió

        Per il sistema australiano, il votante deve fare una classifica tra tutti i candidati, quindi, anche votando M5S, uno dovrebbe dire chi preferisce tra cdx e csx.
        Ma comunque, secondo te, in Italia la scelta è solo tra tre partiti?

        • Giorgio Citti

          no tra tutti quelli che si presentano

          • Giorgio Citti

            e comunque m5s prima opzione idv secondo, ecco il modello aus.

    • Stigni – Go Lincoln Go

      Da quando in Australia c’e’ il voto obbligatorio?

      • Luigi Rió

        Da tipo un secolo… pena multa di 16 euro circa.

    • Frank il Seduttore

      Non è una gran trovata.. Io piuttosto che votare fra questa destra e questa sinistra scriverei PAPERINO sulla scheda

      • Antonio Inoki

        Forse non te ne sei accorto ma lo stai già facendo votando m2s.

        • Frank il Seduttore

          Per rischiare di trovarsi gente come Vito Crimi al governo? Sarà onesto e pulito, su questo non ci piove. Però se si dovesse ritrovare a capo di un ministero rischierebbe di fare danni non rimediabili. Il Movimento 5 Stelle lo voto a livello comunale e forse a livello regionale, dipende dal candidato

      • Luigi Rió

        Tu, sí, ma tra quelli che con il voto facoltativo resterebbero a casa, un buon numero, una volta entrati nella cabina, compilerebbe la scheda, e metterebbe il cdx sopra il csx..

  • Aotearoa

    Fino ad un anno fa pensavo che ad un ballottaggio tra M5S e PD avrei votato per il partito di Grillo. Poi ho cambiato idea e ora non andrei a votare nemmeno sotto tortura.
    Dopo le elezioni politiche sono passato da “elettore potenziale” a “sicuramente non elettore”. Qualcuno ha fatto la mia stessa strada?

    • Santiago-CCCP

      dipende se parli se elezioni comunali o un eventuale secondo turno nazionale. Perchè nel primo caso sarebbe più facile l’astensione visto la gente che candida il m5s, nel secondo caso invece è piu facile il voto al movimento

      • Aotearoa

        Anche in ambito nazionale il movimento candida gente oscena.

        • Santiago-CCCP

          in ambito nazionale si vota la linea politica e il programma del m5s è più vicino a quello del prc. A livello comunale ha più importanza la persona

    • Pierluigi Ferretti

      Sedondo me hai sempre votato pd o pdl e meno male che non vai a votare che fai solo danni….Grillo ha sempre detto cio’ che sta succedendo ora in italia e non ha neanche governato….ma che caxxo di cervello avete in italia??

      • Aotearoa

        X tua info non ho mai votato pd o pdl.
        Anche io ho sempre detto cio’ che sta succedendo in italia, e lo dico con molta piu’ precisione e da molto piu’ tempo di grillo e meno autoreferenzialita’ di grillo: pero’ se propongo di lanciare una bomba atomica a caso nell’oceano atlantico votate x me?

    • Bermalati-ô Pataturk

      spero siano in pochi visto che il partito dell’astensione non ha mai risolto nessun problema.

      • Aotearoa

        Anch’io credo che siano in pochi. Mi interessa ovviamente anche elettori di CSX che si asterrebbero in caso di ballottaggio CDX / M5S.

    • Manolis e Giorgos Immortali!

      Il voto lo puoi dare a partiti che non sono mai stati in parlamento, l’astensione non risolve nulla.

      • Aotearoa

        Sto parlando di astensione in caso di ballottaggio

  • Eraclio per Inés

    http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/10/08/con-cultura-si-mangia-in-italia-fattura-di-80-miliardi-ma-arrivano-solo-tagli/736076/ Segnalo questo articolo interessante sulla homepage del sito del fatto quotidiano dove si riporta con buona onestà intellettuale il passo in avanti (piccolo eh) fatto dall’attuale ministro Bray per immettere un 200 milioni, di questi tempi, nel circuito della cultura italiana…!!!

  • AND

    buondì

  • Santiago-CCCP

    Earl non si parla di denunce qui, and te lo ha detto anche in arabo

  • Manolis e Giorgos Immortali!

    LEGGETE BENE:

    l rapporto Deficit/Pil nel primo semestre è calato al 4,1% rispetto
    al 4,4% dello stesso periodo del 2012. Lo rende noto l’Istat. Il dato
    non tiene conto delle operazioni di swap. Il dato diffuso oggi non è
    valido ai fini dei parametri di Maastricht perché non tiene conto delle
    operazioni di Swap. “Questi dati – spiegano all’Istat – servono però a
    capire la tendenza dei conti pubblici”. Così nel secondo trimestre si
    registra un indebitamento netto delle amministrazioni pubbliche rispetto
    al Pil dell’1% con un calo 1,2 punti percentuali rispetto a quello
    dello stesso trimestre del 2012. Migliora anche il saldo primario grazie
    al calo della spesa per interessi: nel secondo trimestre è risultato
    positivo con un’incidenza sul Pil del 4,7% superiore di 0,9 punti
    percentuali rispetto a quella del secondo trimestre del 2012, positivo
    anche il saldo corrente con una incidenza sul Pil dello 0,4 (0,2 del
    2012). Sempre nel secondo trimestre le uscite totali sono aumentate
    dello 0,3% con una incidenza sul Pil passata dal 48,5% al 49,3% mentre
    le uscite correnti sono aumentate dello 0,7%. Nei primi due trimestri le
    uscite totali sono risultate al 49,6% del Pil contro il 48,6% dello
    stesso periodo 2012. Le entrate totali sono cresciute del 2,9% nel
    secondo trimestre con una incidenza salita dal 46,3 al 48,3%. Nei primi
    due trimestre le entrate totali sono aumentate dell’1,5%.

    Vola la pressione fiscale: secondo l’Istat nel secondo trimestre si è
    attestata al 43,8%. Un rialzo di 1,3 punti percentuali rispetto
    all’anno precedente e di 4,7 punti sul trimestre precedente. Nei primi
    due trimestri, il dato cumulato è al 41,5% (40,6% nel 2012). Effetto Imu
    sulle imposte indirette: secondo gli ultimi dati Istat sono calate del
    2,1% nel secondo trimestre 2013, anche per effetto del mancato
    versamento della prima rata. Complessivamente le entrate correnti sono
    aumentate dell’1,2% con un +4,1% delle imposte dirette che bilancia il
    calo delle indirette. Le uscite correnti sono salite dello 0,7%, che
    risulta da un -2,3% dei redditi da lavoro dipendente, da -7% degli
    interessi passivi e da un aumento del 4,1% dei consumi intermedi e del
    2,9% delle prestazioni sociali.

    RIASSUNTO: CALA IL RAPPORTO DEFICIT/PIL GRAZIE ALL’AUMENTO DELLE TASSE, MA LA SPESA DELLO STATO E’ ANCORA AUMENTATA, QUANDO AVRANNO FINITO DI SPREMERE GLI ITALIANI, IL COLLASSO E’ GARANTITO.

  • Manolis e Giorgos Immortali!

    NEL FRATTEMPO CRESCONO LE MAFIE EXTRACOMUNITARIE IN ITALIA:

    Maxi operazione a Milano dopo tre anni di indagini, coinvolti anche 7 minorenni. «La banda strutturata come un’organizzazione criminale»

    Una baby-gang strutturata in modo gerarchico e impegnata
    in una lotta senza quartiere contro le bande rivali per il predominio
    del territorio. La polizia di Stato di Milano, nelle province di Milano,
    Brescia, Cremona, Novara, Pavia e Monza, ha eseguito 25 provvedimenti
    restrittivi nei confronti di ragazzi ritenuti responsabili a vario
    titolo dei reati di associazione per delinquere, rapina, lesioni
    personali aggravate e porto illegale di armi da taglio. I provvedimenti
    richiesti dal pm Adriano Scudieri e dalla sua collega della Procura dei
    minori Annamaria Fiorillo, hanno raggiunto 18 maggiorenni e sette
    minorenni, la maggior parte dei quali originari di El Salvador ma anche
    provenienti da Colombia, Cile e Ecuador. Secondo quanto emerso
    dall’operazione “Mareros” a capo di quella che gli inquirenti
    definiscono una vera e propria organizzazione criminale c’era il 25enne
    Josuè Flores Soto, detto “Kamikaze”.

    Gli investigatori della seconda sezione della Squadra mobile
    di Milano hanno documentato che i membri della gang Ms13 di Milano
    erano in contatto con la “Pandilla” in Salvador. L’organizzazione
    sgominata questa mattina era comunque autonoma ed è stata smantellata
    partendo dalle indagini relative a due tentati omicidi avvenuti nel
    capoluogo lombardo nel gennaio 2011 (alla fermata della metropolitana
    Duomo) e nel successivo mese di febbraio (in via Pompeo Castelli). E
    infatti le ordinanze di custodia cautelare notificate oggi a 25 soggetti
    riguardano anche quattro maggiorenni già detenuti, un minorenne
    attualmente recluso all’istituto Beccaria e altri due minorenni posti
    già allora in una comunità.

    In particolare le investigazioni hanno evidenziato che gli
    arrestati, appartenenti alla gang di origine salvadoregna Ms13, si erano
    strutturati in modo gerarchico, attribuendo a ciascun partecipe ruoli
    ben definiti in relazione alle attività illecite da realizzare.

  • Manolis e Giorgos Immortali!

    Saggiamente, Aristotele predicava una società composta e governata da
    piccoli e medi proprietari: essa sola può garantire una serenità di
    giudizio necessaria, una disponibilità ad affrontare eventuali sacrifici
    e l’assenza di hýbris pericolosamente diffusa.

    Viceversa, una società composta e governata da nullatenenti e grandi
    proprietari assieme è una società composta da chi non ha nulla da
    sacrificare, da chi non ha nulla se non l’orizzonte quotidiano della
    sopravvivenza, titolata a governare assieme a chi dell’hýbris è quasi
    per definizione vittima e preda.

    Il liberalismo e la sinistra hanno come stella polare la liberazione del
    mercato da ogni impedimento, compresa, se necessario, la proprietà
    media e piccola. La sinistra con l’obiettivo ultimo di creare un’unica
    grande proprietà fumosamente comune dei mezzi di produzione, il
    liberalismo in nome di una molto supposta libertà del singolo individuo.

    Ebbene, le riforme fiscali in senso patrimoniale mirano a generare una
    società esattamente in questa direzione, priva o scarsa di media o
    piccola proprietà, con alcuni grandissimi potentati economico-sociali
    assieme a una massa infinita di gente tenuta in piedi solo
    dall’assistenza sociale, finanziata proprio da questi medesimi
    potentati, in cambio della sottomissione e della pace sociale.

    La tassazione patrimoniale è funzionale a creare una situazione di
    riduzione progressiva dei piccoli patrimoni (ad es. casa di proprietà,
    barchetta, ecc.) per forza di cose immobilizzati e non mobilitabili
    rapidamente: quindi è in favore della creazione, a lungo termine, di
    patrimoni molto più consistenti e molto più mobilizzabili in
    investimenti produttivi, eccetera. Ciò però comporta un irrigidimento
    del sistema sociale in cui a lungo termine si costringono i ceti
    mediobassi e bassi a “dipendere” dal sistema di assistenza sociale e ad
    adeguarsi: l’esempio principe è la Germania. Al contrario, la situazione
    di patrimonalità diffusa tipica dell’area mediterranea consente un
    raggio di indipendenza dei ceti medio-bassi e bassi nettamente maggiore.

    Per un partito sanamente liberalsocialista, come è o aspira ad essere il
    PD, la situazione tedesca è ottimale. Una prospettiva di “destra”
    apprezza la patrimonialità diffusa, e la conseguente maggiore
    flessibilità del sistema, anche al prezzo di minori capitali mobiliari
    disponibili per investimenti produttivi. E secondo questa prospettiva,
    la situazione tedesca è proprio perversa.

    Compito sociale principale della destra, è difendere la piccola e media
    proprietà, libera da vincoli eccessivi: non è difendere il mercato,
    sebbene in certe condizioni difesa del mercato e della proprietà
    coincidono. E dalla difesa della proprietà patrimoniale discendono tutte
    le varie battaglie, cronologicamente ultima delle quali è la battaglia
    del Mutuo Sociale promossa da CP, che non a caso ha trovato ampia eco e
    risonanza.

    Se compito della destra è difendere la piccola e la media proprietà,
    tuttavia, la sua difesa fine a sé stessa è certamente pericolosa per lo
    smarrimento dell’etica e del senso comunitari che ciò comporta.

    La destra sociale – in qualunque modo la si voglia chiamare – ha la
    sacrosanta missione di difendere e diffondere la proprietà diffusa e
    partecipata di piccole e medie dimensioni – chiaramente con le eccezioni
    legate alle esigenze nazionali – ma di tutelarle in quanto e fintanto
    che sono orientate al bene comune, cioè in quanto e fino a quando hanno
    una finalità sociale e benefica all’intera comunità.

  • Manolis e Giorgos Immortali!

    Facile
    esclamare «vergogna!». Bisogna specificare un pochino, proviamoci.
    Vergogna alle sinistre, partiti, presidenti delle Camere compresi, il
    senatore Manconi con la sua compagnuzza Bianca Berlinguer e loro media,
    giornali e radio e tv di Stato, per aver cercato di dimostrare che le
    centinaia di affogati di Lampedusa sono affogati per colpa della
    Bossi-Fini. E più in generale, per colpa degli italiani razzisti,
    leghisti, omofobi ed anti-immigrati.

    È ingeneroso ricordarlo,
    ma le vittime hanno fatto tutto da sole. Sono state loro a venire in
    massa non chiamate, di notte, come clandestini, ad affidarsi per questo
    ad organizzazioni di criminali libici, la cui natura delinquenziale
    dovrebbe essere ben nota nel Corno d’Africa; loro a dare fuoco al
    naviglio e a farlo rovesciare mettendosi tutti ad una murata. Loro a
    farsi ammassare in un barcone senza un solo salvagente, e ovviamente
    senza saper nuotare perché, poveretti, vengono da Eritrea e Somalia.
    sono gente che non ha visto acqua dalla nascita, per non dire il mare.
    Certo, pietà e orrore; ma senza dimenticare che questi hanno pagato
    qualcosa come 1500- 2 mila euro a testa: in Africa, chi può disporre di
    una simile cifra non è povero, i poveri veri, in Africa, non li avete
    mai visti; per fuggire non hanno che le loro gambe scheletrite, per di
    più debilitate dalla denutrizione. Quelli che vengono qui sono,
    relativamente, benestanti. Giovani che abbiamo visto mettersi in
    contatto con le famiglie via Facebook e smanettare sui tablet per dare
    notizie a mamma, non sono africani medi.

    Vengono dalla Libia.
    Con la Libia, il nostro governo aveva accordi, quando c’era il
    colonnello Gheddafi, che bene o male avevano frenato il traffico di
    clandestini. Hollande, Cameron, Obama hanno voluto rovesciare Gheddafi
    per gli affari loro, e portare via i nostri agli italiani: hanno così
    consegnato la Libia a bande criminali spadroneggianti, incontrollate,
    armatissime perché si sono rifornite dai giganteschi arsenali di
    Gheddafi, che non solo continuano a devastare il loro stesso Paese, che
    torturano prigionieri delle loro bande, ma che come affaruccio
    collaterale hanno intensificato il commercio e taglieggio degli
    aspiranti africani alla venuta in Italia.

  • Generale!

    La Grecia presenta il conto alla Germania per i danni di guerra (non saldati per non pesare troppo sulla ripresa delle “cicale tedesche”). 220 miliardi di dollari.

  • Michele

    And ho letto con attenzione quanto hai scritto, avevo se permetti una domanda:

    Supponiamo che usciamo dall’euro e torniamo alla lira. Dovrebbe avvenire qualcosa di simile rispetto a quando siamo entrati. ma uscire alla cieca sarebbe un errore. Bisognerebbe ponderare quanto ci sarebbe dato in cambio consegnando alla BCE i nostri euro. Quale sarebbe a tuo avviso lo scenario di questo cambio?

    • AND

      michele ma cosa vuol dire questo? non c’è niente da riconsegnare alla BCE. non capisco di cosa tu stia parlando. “alla cieca” cosa significa? il cambio lo fai 1:1 se è questo che intendi ed il cambio è lasciato oscillare sui mercati. i conti italiani sono convertiti 1:1 in nuove lire, la spesa la fai in lire, stipendi pagati in lire, tasse pagate in lire.

      • Michele

        Scusa la mia ignoranza: ma se quando abbiamo ricevuto gli euro abbiamo dovuto consegnare le lire al cambio di 1936,27, se facciamo il contrario ci dovrà pur essere un cambio o no?
        A parità 1:1 l’Europa non ci starebbe mai perchè ci rimetterebbe…..

        • AND

          scusami, io cerco di seguirti giuro, ma a me pare manchi l’abc. che vuol dire “abbiamo ricevuto gli euro… consegnare le lire..” te lo giuro non capisco

          • Michele

            Scusami ancora And ma quando abbiamo ricevuto gli euro dalle banche accreditate, abbiamo dovuto restituire lire al valore di 1936,27.

            Ora, poichè si fa il contrario come può il cambio essere 1:1?

          • Luchetto

            Penso sarebbe la Banca d’Italia a gestire la cosa, non la BCE. Ovvero per ogni euro in circolazione sara’ data una lira al possessore.

          • Michele

            E i creditori interni che fanno? Le banche che hanno sottoscritto i mutui?

          • AND

            crediti/debiti interni convertiti in lire.

            crediti/debiti con l’estero rimangono nella valuta dello stato sotto cui legislatura si è fatto contratto.

            debito pubblico italiano ripagato in lire, salvo casi particolari come titoli emessi in USD o qualcosa fatta sotto legislatura inglese o altro (ci dovrebbe essere un po’ non molto)

          • Michele

            Perdonami And e dopo non ti rompo più: se un cittadino ottiene 100 lire dando 100 euro alla Banca d’Italia, con 100 euro si poteva comprare una bici, con la svalutazione della lira grazie al mercato con quelle 100 lire non potrà comprarsi solo una ruota (esempio) ? Il cittadino ci perderebbe…
            Se una banca concede un mutuo a tasso fisso di 100 euro, il cittadino ottiene 100 lire ma ma dopo tot anni con la svalutazione le lire non avrebbero più il valore iniziale, la banca ci rimetterebbe…

          • Aotearoa

            Mi permetto di risponderti.
            Seguendo il tuo ragionamento, se la banca ci perde con il tuo mutuo allora ci guadagna con il mio deposito!
            Sono molti di piu’ i soldi sui conti correnti (che per loro sono debiti nei miei confronti) che quelli sui mutui (che per loro sono crediti nei tuoi confronti)

          • Michele

            E lo Stato? Secondo questo ragionamento il debito esploderebbe con la reintroduzione della lira..

          • Aotearoa

            Perche’? Per lo Stato sono piu’ i debiti o i crediti? Sono piu’ i debiti, infatti il debito pubblico aumenta sempre. Secondo il tuo ragionamento ci guadagnano i debitori e ci perdono i creditori, per cui… lo Stato ci guadagnerebbe.
            P.S.: in realta’ il tuo ragionamento e’ un po’ fuorviante.

          • Michele

            E’ vero hai ragione, mi ero confuso…

          • AND

            questa discussione riportiamola in alto che ho fatto fatica a ritrovarla

          • AND

            svalutazione è sempre buona per debitori e cattiva per creditori. stato è debitore. se ci pensi anche l’inflazione aiuta il debito pubblico (ma penalizza il creditore)

          • Michele

            Però sei d’accordo con la prima affermazione che ho fatto sul cittadino? Anche dal punto di vista dei depositi bancari chi ci perde è lui!

          • Aotearoa

            No, ho l’impressione che fai il comune errore svalutazione=inflazione. Si hanno molti casi recenti di Paesi che hanno svalutato di un 20/30% senza generare significative variazioni di inflazione (in alcuni casi e’ adderittura scesa!). In realta’, si hanno opinioni molto divergenti su quali siano le cause che generano inflazione.

          • Michele

            Bè però è evidente che se un cittadino cambia 10 euro con 10 lire successivamente una volta svalutata la lira un bene verrà a costare più di quanto costasse in euro e quindi vi è un aumento generale dei prezzi.

          • AND

            dipende. nel 92 la lira ha svalutato del 20-30% e l’inflazione è passata dal 5 al 4%. il punto è che si ci sarà una spinta sui prezzi perché la componente estera aumenterà di più, ma di solito inflazione fatica a salire in presenza di disoccupazione.

          • AND

            quello che conta è potere d’acquisto, cioè se salari corrono piu o meno dell’inflazione. la svalutazione è una cosa che la vedi nell’interezza se fai la spesa all’estero ma dubito che vai a lugano o manco a farla no? quindi qui gli effetti sono mitigati perché cresce la componente estera dei prezzi. questa è limitata, persino nei carburanti se ci pensi dato che 70% piu o meno son tasse e quelle perché dovrebbero aumentare?

          • AND

            si infatti i mutui non preoccupano, a me preoccupano i debiti di banche e imprese con l’estero. lì becchi svalutazione nel muso pure

          • AND

            no non è così.

            innanzitutto smettiamo di ragionare su banca d’italia ecc. tu prima pagavi in EUR, dopo paghi in LIT. tutte le spese che avevi in EUR, avrai le stesse in LIT. compresi mutui (che non aumentano) ecc.

            cosa cambia per il cittadino comune? cambia che i prodotti interni saranno piu vantaggiosi degli esteri, perché quelli esteri aumentano di prezzo. quindi per esempio se vuoi andare in vacanza a londra o a berlino spendi di più, e questo è male. Però è bene perché magari andrai in vacanza che ne so a firenze o a roma. Ed è bene anche perché lo stesso ragionamento lo può fare il tedesco e l’inglese per i quali venire in italia converrà.

            se tu con 100 euro ci compri una bici, stessa cifra ti serve dopo se la bici è fatta in italia, perché il produttore pagherà tasse, bollette, affitti, salari, in italia. se compri bici d’importazione sì, ti costa di piu. quanto? 20-30% forse. e allora perché non comprare bici italiane che siamo all’avanguardia?

            e quindi magicamente tu inizi a importare meno e esportare di piu. le fabbriche aumentano la produzione, assumono. ecc.

            io credo che molti temi rimarrebbero sul campo in caso di uscita dall’euro, ma il grosso del macigno lo scaricheresti.

            certo la germania si fa una sparata in recessione dritto per dritto. questo si

          • Luchetto

            Beh è ovvio, la lira subirà una svalutazione che sfavorirà i creditori e favorirà i debitori. Ovvero sarà un sollievo per famiglie povere e stato e una penalizzazione per banche e risparmiatori. Come succede del resto con ogni fenomeno svalutativo-inflattivo. Ma non credo che la BCE avrebbe voce in capitolo.

          • Aotearoa

            Il cambio nominale della tua valuta lo decidi tu. E per convenienza (e per evitare “certi arrotondament”) lo fissi 1 a 1.
            Sul mercato internazionale invece questo fluttuera’ e incorporera’ anche la svalutazione iniziale.
            Se hai 1000 euro sul conto ti ritroverai con 1000 lire, se hai un mutuo di 1000 euro te lo ritroverai con 1000 lire. I prezzi inizialmente non dovrebbero variare molto, poi seguiranno l’inflazione.
            Chi avra’ vantaggi?
            1) Le esportazioni
            2) Possibilita’ di politica monetaria per rilanciare la domanda interna
            3) Debitori e possessori di mutui
            4) Il bilancio dello Stato
            Chi avra’ svantaggi?
            1) Tutti qualora si inneschi una spirale inflattiva (molto improbabile)
            2) I creditori interni (BOT people) nel caso di inflazione moderata (5%)
            3) Creditori esteri (si beccano tutta la svalutazione sul muso)
            4) Debitori verso l’estero sotto giuridisdizione estera.

          • Michele

            Le vecchie lire dove sono custodite e di chi è la proprietà di esse?

          • AND

            le vecchie lire non sono dove siano ma li rimarranno. ne verrebbero emesse di nuove e BCE non avrebbe nulla a che fare con tutto questo.

          • Aotearoa

            Credo Banca d’Italia, se non sono gia’ state fuse. In ogni caso non hanno e non avranno valore legale.

          • AND

            inflazione non è scontata, soprattutto sul quanta. potrebbe essere molto poca. in casi simili spesso 1/10 di svalutazione. e poi noi abbiamo alta disoccupazione

          • Aotearoa

            D’accordo, pero’ da considerare che c’e’ anche necessita’ di cambiare valuta per cui la svalutazione e’ piu’ evidente agli occhi di tutti.
            Bisogna andare a vedere cosa e’ successo nei casi di svalutazione + cambio valuta.

          • AND

            beh non c’entra però, contano i numeri. se parti 1:1 poi vedi dove ti fermi.. 0,7-0,8. i numeri quelli sono e le conseguenze pure

          • AND

            il cambio può essere qualunque cosa tu decida, non vedo quale sia il problema, ne cosa interessi a BCE. è del tutto arbitrario

          • Michele
  • Generale!

    Mamma mia com’è bella quest’europa dei “tagliati tu le palle, no tagliati tu i piedi”. un a retorica cominciata 30 anni fa, la retorica del taglia tu così resto uguale io. Retorica con cui ci hanno infarcito la testa ad arte per non fare più il “socialisteggiante” ragionamento del “pagami di più così sto meglio di prima”.

    La retorica dei tagli e della competitività al ribasso attraverso “snellimenti” vari sta alla base della crisi europea e mondiale. Di fronte all’ineluttabilità della non infinità delle risorse terrestri le soluzioni erano due: livellare gli insostenibili modelli di vita di piccole e potenti cerchie di ricchi oppure tornare al medioevo schiacciando verso il basso le ricchezze del restante 99% di poveri sfigati. Attraverso la propaganda perpetua, l’orgoglio montato ad arte e il “capponimento” dei lavoratori (tagliati tu perchè io merito e valgo più di te) l’1% sta ottenendo il controllo della vita del restante 99% a suon voti democratici per i camerieri di turno.

    L’Urss serviva a qualcosa: evitava sotto forma di spauracchio che queste mire delle elìte dilagassero in Europa per almeno 60 anni. Il suo crollo ha purtroppo decretato la fine INEVITABILE di quel ceto medio che nell’URSS vedeva il diavolo. Hanno usato le loro (anche motivate) fobie contro di loro e ora viviamo in uno spaventoso sistema opposto ma ugualmente pauperizzante, con l’aggravante che al contrario delle povere repubbliche ex sovietiche non si ha nemmeno più la serenità del minimo sindacale garantito dall’entità “stato oppressore”.

    Oggi vedremo il ceto sedicente medio-alto che ambiziosamente a suon di orgoglioso “mi faccio da solo” sarà schiantato a livelli proletari dai pochi che si sono fatti davvero ma sulle loro teste e comprando la loro vita di lavoro.

    Auguri ceto medio, forse un giorno ripenserai a quando avevi la prospettiva di un lavoro stabile ma sicuro, un pensione dignitosa sebbene non faraonica, una casa di proprietà e le ferie in Sardegna e tre week-end a Bormio sulle piste ….. sognando Briatore e maledicendo i forestali calabresi (ormai licenziati ma a zero euro come te, sfigati tuo pari).

    • El Bastian Cuntrari

      Bravo, mi è piaciuto questo post

      • Generale!

        non ci vuole molto a capire che questa guerra tra pidocchi antitetica alla vecchia “lotta di classe” porta al punto di partenza, ovvero alla povertà di massa. Il punto è dividere, settorializzare e poi mettere le une contro le altre le categorie (ridotte a farsi gli sgambetti a vicenda) mentre tu dall’alto dei tuoi soldi stampati e distrutti dal nulla a piacimento le riduci alla povertà dicendo che sono pure fighi e bravi perchè nel frattempo “si impegnano di più, sono più competitivi e costano meno”.

        Mi raccomando futuro cinese, poi non venirti a lamentare se il lavoro è troppo duro e nonostante quello non avrai più i soldi manco per fare due pasti al giorno.

  • El Bastian Cuntrari

    Napolitano: “I Cinque Stelle se ne fregano dei problemi della gente”
    ——-

    Bisogna ammettere che il Savoia è sempre stato super partes. Fin dai tempi in cui bazzicava con Farinacci.

    • Fedark #OnceUponMrLibidine

      Le semplificazioni sono sempre stupide che le faccia, come in questo cas, Napolitano… o Grillo in altri. Per me vale la regola della trasversalità, per cui ci sono le persone perbene e permale, indipendentemente dalla propria appartenenza politica. Altri, tra i quali i più grossi flamer e spammer che bazzicano sto stito, la pensano diversamente

      • El Bastian Cuntrari

        Ho semplificato?

        • Fedark #OnceUponMrLibidine

          No, affatto… era una critica a Napo Orso Capo. Forse mi son spiegato male

          • Fedark #OnceUponMrLibidine

            E poi non mi pare che tu sia particolarmente dedito al trollaggio 🙂

          • El Bastian Cuntrari

            Nulla, ho letto male io

  • Fedark #OnceUponMrLibidine
    • Atlas

      Molto interessante, ma vedi come la plebe reagisce a chi propone il pensiero critico razionale.

  • AND

    quei pacchi di obsurvey hanno problemi ai server grrrr.
    fortuna che il prox mese implementeremo un sistema di rilevazione tutto interno. alla faccia loro!

  • Santiago-CCCP

    L’amnistia è un tema importante. Ma il tema sarà affrontato con la solito qualunquismo tutto italiano

  • Eraclio per Inés

    Nubius ti hanno censurato più sotto vedo…!! 🙂

    • Santiago-CCCP

      no eraclio nessuna censura è che ho dovuto cancellare gli insulti con earl sotto e sarebbe rimasta una discussione zoppa

      • Eraclio per Inés

        Sì sì lo so, hai fatto bene!! 🙂 Altrimenti poi earl chi lo fermava più… 🙂

        • Santiago-CCCP

          io sto uscendo fate i bravi ! 😀

          • Antonio Inoki

            Sai cosa fanno i topi quando va via la gatta?

    • Atlas

      E vbb :'(

  • Garibaldi Pentito

    Ma quand’é che si da Alitalia alla AirFrance/KLM per un piatto di lenticchie o la si lascia fallire?

    • Lello

      prima gli regaliamo l’Asia di Napoli 🙂

    • Antonio Inoki

      Pensa che potevamo vendergliela coi debiti e senza licenziamenti…
      Lo spot elettorale più costoso della storia.

      • Garibaldi Pentito

        Mi sembra che adesso si stia solo cercando di salvare gli “investimenti” dei “capitani coraggiosi”

        • OoO_gallus_OoO

          Anche loro hanno preso una sola da Silvio, come gli altri 60milioni di italiani.

        • neofita

          Patrioti Beppe, patrioti!

          • Garibaldi Pentito

            Ostia… che abbaglio, scusatemi

      • Corrado

        Qualcuno ha calcolato quasi 5 miliardi (contando cose difficili tipo il mantenimento del monopolio sulla Milano-Roma, i cassintegrati d’oro, ecc.). Io con la mia umile calcolatrice mi ero fermato a circa 3,5: poco meno dell’IMU sulla prima casa :DD e sta ancora gente che fa finta di niente :DDD

    • neofita

      Mi spiace ma in Italia l’argomento principale attualmente è la svolta finiana di FN.

      • Garibaldi Pentito

        Anche in Germania se ne parla molto.

  • OoO_gallus_OoO

    Qui in Francia si parla molto della svolta finiana del FN, ne avete sentito qualcosa in Italia?

    • Antonio Inoki

      Io ho sentito parlare di svolta alfaniana del FN. Qualcuno li definisce diversamente frontisti.

      • Eraclio per Inés

        Secondo me è una manovra politica…!! Vogliono farsi una verginità in vista di un governo di grossa coalizione col PS che hanno già in programma!!!

        • Antonio Inoki

          Un rassemblement

    • neofita

      Bonsoir Gallus!

      • OoO_gallus_OoO

        Ave neofita!

    • neofita

      Oui,certement! Argomento principale di discussione. Addirittura Eraclio alludeva ad un accordo di governo prossimo futuro tra PS ed il nuovo PN finiano!

      • OoO_gallus_OoO

        Inoltre si mormora di un appartamento di Marine a Portofino … In uso a sua cognata pensa un po’!

        • neofita

          Evabbè, vuoi sempre vincere tu! Te l’eri segnata quella dell’uomo che sussurrava al Cavaliere. Ok, sei il migliore. 🙂

  • Luchetto

    Il problema in Italia non sono i troppi cercerati ma i troppi pochi posti carcere. Pensino a costruirne di nuove sti incapaci invece che a liberare chi dentro c’è già e che poi puntualmente rientreranno, come con l’indulto (grazie al quale è bene ricordarlo il Delinquente sconterà 1 anno invece di 4). E certi reati vanno depenalizzati. L’impunità travestita da pseudo-garantismo propagandata dalle nostre classi dirigenti e dai loro servi è uno dei più grossi mali di questo paese!

  • neofita

    Buonasera.

    • Antonio.

      Buonasera.

      • neofita

        Buonasera Antonio!

    • Garibaldi Pentito

      Benvenuto a bordo

      • neofita

        Danke shoen Beppe, mai sbarcato.

    • Michele

      Buonasera

      • neofita

        Buonasera Michele. Perdonami, ma non ho resistito (letto sopra)

        • Michele

          Ahah : )

  • Michele

    Non fatemi arrabbiare Earl dai…

  • Bw

    Sera, leggo solo ora della svolta finiana del FN. Mi sembra qualcosa di epocale! Che ne dite?
    Io vedo plausibile un’alleanza femminista-ecologista con la Joly. Tanto ormai il FN è più vicino al csx che a Sarkò…

    • OoO_gallus_OoO

      I poteri forti francesi dopo il primo turno delle cantonali parziali di Brignoles puntano tutto su un rassemblement FN – PS previa svolta finiana della Marina. La svolta a destra del PS è invece ormai cosa fatta.

  • El Bastian Cuntrari

    Am-nìstia per i ladri di mele!

    http://www.youtube.com/watch?v=sq-dEXEfgyc

    Ps.
    Buonanotte

  • Antonio Inoki

    La prima pagina di oggi di Le Monde, tra l’altro

    • OoO_gallus_OoO

      Confermo l’ho letto sul TGV. Stessa musica su altri periodici, da Le Point al Nouvel Obs passando per Libé Figaro e perfino il Canard Enchainé.

  • Watcher

    IPSOS

    CSX 35,3 (+3,4) – CDX 31,9 – M5S 21,2 – CX 7,7 – Altri 3,9
    PD 30,5 (+5,8) – PdL 24,7 – M5S 21,2 – SC 4,9 – SEL 4,3

    PD 30,5 (+0,5)
    SEL 4,3 (-0,3)
    Altri 0,5 (+0,1)
    ==============
    CSX 35,3 (+0,3)

    PdL 24,7 (+0,7)
    Lega 3,5 (-0,2)
    FdI 2,3 (-0,2)
    Altri 1,4 (-0,5)
    ==============
    CDX 31,9 (-0,2)

    M5S 21,2 (-0,2)

    SC 4,9 (+1,1)
    UdC 2,8 (-0,4)
    ==============
    CX 7,7 (+0,7)

    PRC 1,1 (-0,2)
    IdV 1,0 (=)
    Altri 1,8 (-0,4)
    ===============
    Altri 3,9 (-0,6)

    Area non voto 30 (=)

    Chi preferiresti come Premier?
    Letta 49
    Alfano 22
    Grillo 12
    Nessuno di questi 17
    =================
    Renzi 48
    Alfano 26
    Grillo 12
    Nessuno di questi 13

    https://pbs.twimg.com/media/BWFXDwGCYAE4cM0.jpg
    http://media.polisblog.it/9/936/intenziokni-voto-620×350.jpg
    http://media.polisblog.it/3/379/intenzioni-voto1-620×350.jpg
    http://media.polisblog.it/6/678/ventennio-620×350.jpg
    https://pbs.twimg.com/media/BWFWttyCQAAHJAG.jpg
    http://media.polisblog.it/d/d9d/berlusconi-sondaggio1-620×350.jpg
    http://media.polisblog.it/d/db6/fiducia-620×350.jpg
    https://pbs.twimg.com/media/BWFWCvcCcAABEtU.jpg

  • neofita

    La violenza, la prepotenza e l’arroganza domestica non hanno mai fine! Mia moglie mi caccia dal pc, buonanotte.

    • Antonio.

      Buonanotte.

    • OoO_gallus_OoO

      Chiama il telefono rosa, iniziano sempre così poi partono i maltrattamenti …:-)

      • neofita

        Già iniziati da poi…bonjour Gallus. 🙂

        • OoO_gallus_OoO

          Bonjour mon ami.

  • Alberto

    Inchinatevi alla Potenza del Partitone Supremo!

  • Eraclio per Inés

    Guardate qua, la Le Pen manifesta già le sue legittime rivendicazioni femministe!!!

  • OoO_gallus_OoO

    Da wiki (so che ad Earl piace tanto):

    lo scalo che per 4 anni non ha fatto altro che perdere traffico dopo l’abbandono di alitalia, (…) Malpensa, lo scalo nato come il futuro hub d’Europa nel 2000 è ora deserto e si aggrappa a compagnie come EasyJet e Emirates per mantenere livelli di traffico decenti. Un aeroporto con capacità annua di 30 milioni di passeggeri è sfruttato per poco più della metà della quale un terzo è composto da viaggiatori low cost.

  • OoO_gallus_OoO

    Dopo la svolta finiana del Front National l’UMP di Copé vede ridursi gli spazi politici. Le dichiarazioni molto aggressive sia di Copé che di esponenti PS sul FN “nazional fascista” o di estrema destra sono commentate come una difesa del centrocampo da parte dei partiti tradizionali, un “barrage républicain” al quale la sempre combattiva MLP ha risposto minacciando querele a chiunque qualifichi il suo partito di “estrema destra”; cosa che ha peraltro già fatto citando in giudizio il direttore del Nouvel Obs.

    • Santiago-CCCP

      Mentre sorseggiavo una birretta al Pub con i miei amici parlavo proprio della svolta finiana di MLP

  • AND

    michele cmq non preoccuparti, parliamone pure. io sono convinto che se capisci bene le cose, pro e contro, rischi ed opportunità, diventi a favore dell’uscita anche tu.

    non conosco nessuna persona realmente competente su EUR che in tutta onestà pensa che per l’italia sia meglio restare.

    • Luchetto

      Pur essendo favorevole all’abbandono dell’Euro e pronto ad appoggiare chi ne voglia l’uscita (seriamente, non come quel clown di Berlusconi), ho due dubbi sull’argomento.
      1) Chi ci garantisce che non avremmo ritorsioni commerciali (leggasi dazi) da parte dei nostri ex-partner europei per proteggersi dalla rinnovata competitività dei nostri prodotti? Questo annullerebbe i vantaggi dell’uscita, anche perché l’Italia non esporta materie prime.
      2) Chi ci garantisce che la nostra classe politica da paese del quinto mondo, visto che l’uscita dall’euro toglierebbe loro molti dei vincoli che al momento ne bloccano i margini di manovra (Maastricht, fiscal compact, BCE ecc.), non abusi del rinnovato potere dilapidando questa opportunità nei soliti modi (sprechi, stampa di moneta senza controllo, no riforme ecc.)? Si può avere a disposizione l’arma migliore al mondo per rilanciare l’economia, ma per affidarla ad Amato o ad Alfano o a Formigoni o a Boccia tanto vale tenersela in tasca, non pensi?

      • AND

        1) ti risultano dazi per GB che è in UE e fuori da EUR? e per Svezia? a me no, ma forse a te sì.

        2) condivido il principio, ma a questo punto perché non ci prendiamo una bella pistola e ci spariamo tutti in testa? la nostra classe dirigente è colpa nostra che la votiamo. cmq è un non-problema visto che l’attuale classe dirigente politica è fermamente pro-euro e che quindi serie discussioni sul tema eventualmente solo una volta spazzata via.

        • Luchetto

          Si ok ma sono paesi che hanno deciso di non entrare fin dal principio non di uscirne. Secondo me questo rischio c’è ed è concreto, soprattutto se per uscire dall’euro fossimo costretti ad uscire dall’Unione.

          • OoO_gallus_OoO

            Italia e paesi UE fanno parte del WTO, euro o non euro ed Unione o non Unione. Niente dazi.

    • Garibaldi Pentito

      Ce ne sono molti che pensano che uscire dall’euro sia una baggianata… per http://noisefromamerika.org/articolo/propaganda-anti-euro-twitter a caso

      • AND

        quel sito, così come fare, è un coacervo di fanatici montati. ve li raccomando, fatevi dare notizie da EUR da uno (boldrin) che non sa manco il tasso con cui è stato cambiato con la lira. c’è una fila di storify su boldrin e scacciavillani da rotolarsi dalle risate sulla questione euro. cmq io li metterei al governo. altro che PD e PDL. tempo 6 mesi e chiudiamo i battenti

    • Michele

      La mia paura è che venga a verificarsi un rapporto Banca Centrale e Stato simile a quello Fed – Governo USA. Sulle altre questioni ho molto da studiare.

  • AND

    il blocco antieuro è destinato a crescere perché per l’italia è antitutto rimanere. è sempre piu difficile per il PUDE difendere una posizione supercannata e nonostante le armi a disposizione più di tanto controvento non ci vai

    • Ciro

      proprio oggi leggevo un intervento di Soros a proposito. Il punto centrale era che uno stato evoluto non può fallire perché al massimo svaluta la moneta. Invece qui gli stati europei hanno ceduto la loro sovranità monetaria e sono diventati come quegli stati in via di sviluppo dipendenti dal dollaro o da altra moneta. Particolare poi è che Soros ritiene necessari gli eurobond. Incredibile che in Italia, a parte Tremonti, nessuno li abbia mai suggeriti e richiesti. Il vero problema è che la classe politica mediocre che abbiamo non è in grado di fare i nostri interessi un po’ per paura di violare il dogma dell’europeismo un po’ per incapacità e un po’ perché alla fine gliene frega poco (si veda anche la questione immigrazione, che si risolverà in ben poca cosa, fino alla prossima tragedia).

      • AND

        letta anche io, concordo abbastanza con quanto scritto. eurobond sarebbero prologo dell’unione definitiva. per me cmq non risolvi problema competitività, quindi se GER accetta unione totale ok parliamone (io non concordo cmq), altrimenti sono perdite di tempo

  • HOTDOG

    in tantissimi a sinistra contro l’indulto e l’amnistia invocati da Napolitano ieri…perchè a loro dire questi provvedimenti salverebbero Berlusconi, cioè se non salvassero Berlusconi andrebbero bene?

    • Antonio Inoki

      In verità assolutamente contrari sono solo i grillini e la lega.

      • HOTDOG

        mi riferisco agli elettori di sinistra, comunque anche i grillini stessi mi pare siano contrari all’indulto perchè salverebbe Berlusconi e non perchè farebbe uscire migliaia di delinquenti di galera

        • El Bastian Cuntrari

          Credo che indipendentemente da Berlusconi i grillini voteranno contro

        • Ciro

          mi chiedo in effetti cosa pensino gli elettori. A me sembra incredibile che un popolo accetti l’equazione “galere piene = indulto o amnistia”. E qualcuno lo spaccia pure come segnale di progresso, mentre è tutt’altro. Nei paesi civili c’è la certezza della pena ed eventuali depenalizzazioni sono fatte eventualmente sul singolo in base al comportamento tenuto (quindi i cari vecchi meriti che da noi non esistono). Ma come detto, temo che ormai parte degli elettori, più del Pd che del Pdl comunque, siano rintronati dalla propaganda.

    • Fedark #OnceUponMrLibidine

      Personalmente sono contrario perchè sarà un provvedimento tampone, dal respiro corto, anzi cortissimo, che non sposta di una virgola le criticità della questione, e che fornisce un messaggio pessimo ai cittadini (“delinquete, tanto prima o poi arriva un’amnistia”).
      I problemi su cui intervenire son ben altri:

      1) Carenza di strutture;
      2) Istitituto della carcerazione preventiva da rivedere;
      3) Carenza di operatori;
      4) Alcune leggi sulla tossicodopendenza e sull’imigrazione son evidentemente da “rivedere” se il 16% dei carcerati son tossicodipendenti, ecc…

      Se poi, strumentalizzano la questione per salvare Silvio fa solo più incazzare. Ma il nocciolo non sta lì.

  • Antonio Inoki
    • OoO_gallus_OoO

      Lega al 2.4%! Stavolta mi sembra un po’ poco io la darei al 3.5-4.5%.

      • Antonio Inoki

        Lega al 3.8%

        • OoO_gallus_OoO

          Ah OK era un problema di allineamento 🙂 grazie.

  • Antonio Inoki

    La notizia ha varcato l’Oceano e fatto sparire dalle prime pagine dei quotidiani Usa il shutdown

    • OoO_gallus_OoO

      Presto avremo un Futur et Liberté anche in Francia, é chiaro …

  • AND