Sondaggio Scenari Politici – WinPoll (4 marzo 2019)

Sondaggio Scenari Politici Winpoll 27 ottobre 2019

Sondaggio Scenari Politici WinPoll 4 marzo 2019

Presentiamo il nuovo sondaggio Scenari Politici – Winpoll. Sono state testate le intenzioni di voto in ipotetiche elezioni nazionali, le prospettive future per il M5S all’indomani della sconfitta in Sardegna, e un opinione sulla TAV.

Le intenzioni di voto

A un anno esatto dalle ultime elezioni politiche nazionali, la Lega raddoppia i suoi consensi (35,4%), ma registra un calo di quasi un punto dall’ultima rilevazione. Forza Italia fatica a riprendersi dal calo post-voto, rimanendo ferma al di sotto del 9%. Anche se in ripresa rispetto alla scorsa rilevazione, Fratelli d’Italia (3,8%) rimane sotto il dato dello scorso 4 marzo. Complessivamente, con quasi la maggioranza assoluta dei consensi, il centrodestra è ampiamente la prima forza politica del paese.

Il centrosinistra dà qualche segnale di ripresa, galvanizzato anche dai risultati non così brutti nelle ultime tornate elettorali regionali. Il Partito Democratico, non contando i passati sondaggi in cui veniva rilevato insieme all’ipotetico “Partito di Renzi”, rivede dopo mesi quota 20%. +Europa supera per la prima volta la soglia del 3%, anche se rimane lontano il traguardo del 4% per le europee. La coalizione, con il 25,1% dei voti, ritorna ad essere seconda forza del paese.

Chi paga il prezzo più alto passato un anno dal voto è il Movimento 5 Stelle, che vede sfumare un terzo dei consensi guadagnati lo scorso 4 marzo. I pentastellati scendono al 21,6%, superati dal centrosinistra e con un margine ridotto sul solo PD.

Quel che resta di Liberi e Uguali rimane poco sotto il 2%, con Potere al Popolo non molto lontano e che guadagna qualche decimale rispetto alle scorse elezioni. Si prospettano però delle riorganizzazioni nelle liste della sinistra in vista delle prossime elezioni europee.

Sondaggio Scenari Politici WinPoll 4 marzo 2019

Nella prossima pagina è stato chiesto un parere sulle mosse future del M5S e un giudizio sul destino della TAV.

Potete consultare le altre pagine dell’articolo cliccando sui link qui sotto.