Sondaggio SCENARIPOLITICI: CDX 31,4% (+0,3%), CSX 31,1%, M5S 25,0%

Questo è il nostro primo sondaggio dopo le Elezioni Politiche 2013. Qui potete trovare il nostro ultimo sondaggio realizzato per i nostri clienti poche ore prima del voto (21-23 febbraio).

Nel dopo voto abbiamo registrato una consistente crescita dei due poli principali, a scapito del Centro e dei partiti minori, M5S escluso. Abbiamo così riscontrato un forte calo di Monti, sia partito che coalizione, un crollo per Rivoluzione Civile, già uscita male dal voto ed un ulteriore calo di Fare per Fermare il Declino, ormai decisamente sotto l’1%.

Sugli scudi in questo momento PD e PDL che crescono di quasi 2 punti, i partiti minori delle coalizioni non brillano. Le questioni giudiziarie non sembrano intaccare minimamente il consenso di Berlusconi. Come sempre l’elettorato di CDX non sembra interessato alle questioni personali dell’ex premier, ben più nefaste sarebbero a nostro avviso le conseguenze di un eventuale governissimo PD-PDL, un po’ come si vide lo scorso anno col PDL sprofondato al 12-16% durante il sostegno a Monti.

Il Movimento 5 Stelle non ci risulta in crescita (SWG da addirittura 30%, altri 28-29), anzi perde qualcosa, l’impressione è che dopo un risultato eccezionale e previsto solo parzialmente, ora stiamo entrando in una fase di consolidamento, gli eletti del M5S sono messi a dura prova ed anche da questo dipenderà l’andamento dei consensi intorno a questo partito. Guardiamo con interesse alle trattative per il nuovo governo, il M5S finora ha respinto ogni proposta pervenuta, ed il 25% da noi rilevato sconta questa posizione, cambierebbe molto invece se il Movimento decidesse, in qualche maniera, scendesse a patti col PD; va considerato che nel 25% di elettori M5S c’è un po’ di tutto ed una scelta di campo (nel caso di sinistra) potrebbe portare ad un allontanamento di parte degli elettori provenienti dal Centrodestra. Dall’altra parte il pressing del PD, in caso di rifiuto, potrebbe convincere una parte degli elettori M5S ex CSX a tornare a casa.

Il PD ha per le mani una patata bollente che sta cercando di scaricare, o comunque condividere, col M5S. Per ora registriamo l’atto di forza nell’elezione della Presidenza della Camera e della Presidenza del Senato. Copione non troppo dissimile potrà avvenire per la Presidenza della Repubblica. In mezzo però ci saranno i tentativi di formare un nuovo governo, con Bersani che cerca 40 voti al Senato. La situazione appare piuttosto liquida, le prossime settimane saranno decisive per vedere come si orienteranno i cittadini sulla base di ciò che emergerà dalle consultazioni con Napolitano.

int-voto

Tags:
  • Generale!

    Berlusconi potrebbe aumentare il numero delle province e sarebbe salutato da un +1% nei consensi.

  • Generale!

    Deduco che il nord si sia di nuovo buttato nel fantastico mondo delle balle televisivo-mediatiche del padrone delle sue televisioni.

    • Francesco Gonzaga

      Misteriosamente certe elezioni gli italiani spengono la televisione , poi la riaccendono . Un vero mistero

  • Antonio.

    Qui invece è il CDX che aumenta.

    • Generale!

      evidentemente piace il voto in Sicilia contro l’abolizione delle province. O le lamentele di La Russa contro il taglio dei biglietti gratuiti allo stadio. La destra in Italia si può permettere di essere rappresentata dalle Biancofiore….. tanto un blocco solido di fanatici scollegati con la realtà pari ai supporters del PD impedirà a questo schieramento di perdere e di rinnovarsi. Il guaio è che rispetto a quello del PD questo è sufficientemente numeroso per tenere in ostaggio l’Italia di personaggi a cui non farei gestire nemmeno una stalla diroccata.
      Hanno il gruppo parlamentare più riciclato della storia della Repubblica, quello che più di ogni altro si crogiola nei privilegi e nel lusso, hanno La Russa che si vanta del fatto che nel parlamento c’è sempre stato un La Russa dalla sua riapertura (vantati coglione!)….. eppure non pagano mai dazio a sufficienza.

      • $1169354

        c’é veramente da piangere

  • Generale!

    non capisco tuttavia gli spostamenti: Monti passa tutto a PDL (manco a cdx!) mentre il Pd guadagna da Ingroia?

  • Hikaru Gosunkugi

    Tutto sta a capire chi ha i maggiori margini di crescita. Quelli del PD (che attualmente è ai suoi minimi storici) sarebbero enormi se si decidesse a candidare come premier Matteo Renzi. Quelli del PDL sono molto più modesti. Se Berlusconi ha perso quasi metà del suo elettorato fra il 2008 e il 2013, non ci si può certo aspettare una grande risalita.
    Sui 5 Stelle è diventato quasi impossibile fare previsioni. Grillo deve ancora decidere cosa farà da grande; inoltre bisognerà testare la compattezza del suo gruppo parlamentare.
    Monti si è ormai bruciato; il destino del suo elettorato dipenderà dalle scelte dei partiti maggiori.

    • Generale!

      Il Pd crescerebbe candidando Mont…. ehm Renzi? un altro trezo-viista che “senza l’euro saremmo come la Grecia” ci serve proprio.

      • Hikaru Gosunkugi

        Crescerebbe moltissimo; vatti a rivedere i sondaggi e gli studi effettuati durante le primarie.

        • Generale!

          i sondaggi delle primarie davano il 36% al PD.

          • Hikaru Gosunkugi

            Devi confrontare le percentuali attribuite a un PD guidato da Bersani con quelle attribuite a un PD guidato da Renzi. C’era una differenza enorme e i motivi sono facilmente comprensibili.

    • Bombarolo

      Se Renzi diventa il candidato del Pd vincerà Grillo. I sondaggi sono sempre meno credibili e strumenti di propaganda tanto più quelli del Corsera.

      Peraltro Renzi ha passato una vita a parlar di primarie e ora vuole la nomina dall’apparato? Perchè si dovrebbe candidare uno che ha straperso le primarie (inutile inventare storie sulle regole dato che ha perso con il 20% di distacco)? Negli altri paese chi ha perso se ne fa una ragione…

      Peraltro con la corrente che si è creato (ma non era quello che diceva “io se perdo le primarie non creerò una corrente”?) e la fondazione dagli sconosciuti donatori ricorda sempre più D’Alema, solo più giovane e rampante.

      • Hikaru Gosunkugi

        Guarda che Renzi vuole passare attraverso le primarie. L’ha sempre detto e non credo proprio che possa cambiare opinione. Temo che una parte dell’elettorato di csx non abbia ancora compreso le potenzialità di Renzi, oppure non le voglia vedere perché è prevenuta nei suoi confronti. Alle scorse primarie ha preso il 40% avendo contro tutto l’apparato e dopo aver subito una campagna diffamatoria vergognosa da parte dei compagnucci. In ogni caso proponetemi un’alternativa che sia in grado di vincere le prossime elezioni.

        • Bombarolo

          Quale campagna diffamatoria che hanno fatto tutti finta di non sapere che è un condannato in primo grado per danno erariale? Quale campagna diffamatoria se fanno tutti finta che si tratti di un giovane distante da chi fa della politica una carriera mentre Renzi già nel 99 era segratario provinciale dell’allora partito popolare? Così giovane ed è già riuscito ad attraversare da dirigente ben 3 partiti.
          Quale potenzialità dovrei cogliere? Quella di abbattere l’articolo 18? Quella di perdere un 10% di elettorato a sinistra e riguadagnarli a destra? Quella di avere il programma economico scritto da due economisti sostenitori dei Repubblicani americani? Quella di cambiare opinione più rapidamente di Capezzone ma senza cambiar partito?

          Tav si-Tav no, Marchionne si-Marchionne no, Corrente no-Corrente si, ecc…

          Io non sono tifoso di un partito se anche Renzi facesse vincere il Pd per applicare le ricette iperliberiste di Zingales e Boldrin, non a caso fieri oppositori di Obama e fieri sostenitori di Romney, non vedo quale potenzialità dovrei coglliere. Ci tengo piuttosto che vincano le mie idee che certo Renzi non rappresenta nonostante le sue, con l’aiuto di molti mezzi d’informazione le venda molto bene.

          • Hikaru Gosunkugi

            La diffamazione consiste nel dipingerlo come un amico di Berlusconi; come un infiltrato della destra con idee di destra … quello che in parte stai facendo anche tu. Non parliamo del modo in cui hanno strumentalizzato certi episodi e certe frequentazioni del sindaco di Firenze.
            Questo livore nei confronti di Renzi non mi meraviglia affatto. La cultura marxista, che per 50 anni ha egemonizzato la sinistra italiana, non può tollerare un personaggio come Renzi, che propone un modello di sinistra meritocratico, liberale e infinitamente più moderno.

          • Fabio Scarpellini

            La campagna elettorale contro il PD condotto da Renzi sarebbe molto semplice: basterebbe dire che “è cambiata la testa d’ariete, ma dietro ci sono tutti gli stessi”. Perchè è evidente che al prossimo giro le Bindi, le Finocchiaro, i Bersani ci saranno ancora. Forse, avendo perso un giro, ci saranno pure i D’Alema. Sulle potenzialità del centrodestra poi, non le sottostimerei così tanto. Le prese di posizione di certi pm hanno fatto ricredere parecchi indecisi; la caduta di Monti e Casini in questa ultima tornata causerà un ulteriore spostamento dei moderati alla casa base; i delusi dei grillini andranno in parti uguali a sinistra e nel centrodestra.

          • Hikaru Gosunkugi

            Se tu fossi un elettore del csx mi verrebbe da dire: “Tenetevi Bersani e la Camusso e non vi lamentate se i risultati sono questi”. Ma ovviamente non conosco il tuo orientamento politico.

          • Francesco Gonzaga

            Una sinistra liberale …mmmh . Scusa cosa ?

          • Hikaru Gosunkugi

            Sei un povero ignorante. Studiati un po’ di storia.

          • OoO_gallus_OoO

            Hai sentito che il papa Francesco da vescovo propose i PACS per i gay? Che ne pensi?

          • Francesco Gonzaga

            Non ho sentito , ma non mi preoccupo minimamente . Mi è stato descritto da fonti molto fidate come molto conservatore in fatto di temi etici

          • OoO_gallus_OoO

            Nel caso ti interessi:
            http://www.lettera43.it/cronaca/bergoglio-quando-il-papa-apri-alle-unioni-civili-gay_4367588385.htm
            E appena vedo nostro zio cardinale gliene parlo.

          • Bombarolo

            Continui a sostenere che è una diffamazione nei suoi confronti definirlo di destra, ma come definiresti un sostenitore del candidato presidente del Partito Repubblicano e avversario di Obama, Romney? Di sinistra liberale? Strano, in America lo definiscono di destra e in Europa lo ritengono ancora più di destra. Lo dico perchè il programma economico di Renzi lo hanno scritto due fieri sostenitori di Romney. Cercati le interviste di Zingales e Boldrin su Obama e scopri tu stesso quanto sono di sinistra.
            La meritocrazia di Renzi mi fa ridere, il passaggio alle raccomandazioni per iscritto come avviene negli Stati Uniti non è un miglioramento. Peraltro, forse, sarebbe il caso di non usare termini a sproposito come “meritocrazia”, anche se ormai lo fanno tutti, dato che il termine fu introdotto con un accezione negativa dato che stabilire cosa sia il merito e per l’appunto una questione di merito. Magari sarebbe opportuno fermare le nomine di tipo partitico (che non significa privatizzare tutto come intende Renzi) e introdurre il concetto di competenza nell’assegnazione dei ruoli ponendo un freno al familismo amorale derivante da quella cultura cattolica che da buon democristiano Renzi ha ereditato e messo in pratica alla grande nelle assunzioni alla provincia di Firenze, le stesse che gli son costate una condanna in primo grado.
            Peraltro hai le idee confuse anche sul significato di liberale che confondi in maniera clamorosa con liberista.
            Un marxista può essere benissimo anche liberale ma non liberista, questo almeno secondo il significato originale del termine che ha poco a che vedere con l”economia e più con i limiti e la forma di uno stato. Poi in tanti (giornalisti soprattutto) hanno confuso i termini e nell’accezione comune ha preso il significato che intendi tu. Prendi l’esempio di Obama che dicevano tutti fosse un candidato molto liberal tanto che qualcuno lo definiva socialista (marxismo) che in America per questioni storiche è una specie di bestemmia.

          • Hikaru Gosunkugi

            Guarda; io ho l’impressione che qui dentro sia tu ad avere le idee un po’ confuse. Visto che bazzico in certi ambienti da almeno 25 anni, ho la presunzione di conoscere molto bene il significato della parola liberale e so anche che questo termine è stato declinato in tanti modi diversi e può assumere diverse sfumature a seconda del contesto storico, politico e sociale in cui viene utilizzato. Credo che prima di attaccare le persone sarebbe meglio riflettere un momento e domandarsi se si è veramente compreso quale cultura sta a monte delle loro affermazioni. Che tu mi accusi di confondere il termine “liberale” con il termine “liberista” , e che ti rivolga a me con tanta spocchia e tanta stupida aggressività, mi fa soltanto sorridere e sai perché ? Perché hai scritto delle castronerie micidiali e perché non hai capito niente del mio reale orientamento politico. Io infatti sono un liberale al quadrato in materia di laicità dello stato, di diritti civili e di libertà individuali, ma sono solo moderatamente liberista per quanto riguarda la politica economica (esattamente l’opposto di ciò che credevi).
            Riguardo alla meritocrazia, sei tu che hai deciso di attribuire a questo nobilissimo termine un significato negativo (ci vuol poco a capire qual’è la tua cultura di riferimento). Sappi inoltre che il “democristiano” Renzi ha una mentalità quanto mai aperta in fatto di diritti civili e che (tanto per dirne una) si è sempre detto decisamente favorevole al riconoscimento delle coppie di fatto.
            Sui marxisti che possono essere liberali direi che la storia ha parlato molto chiaro.

          • Bombarolo

            Confermo quello che ho scritto, non mi interessa quali ambienti frequenti nè da quanto, non so perchè mi racconti queste cose. Sicuro che sono io lo spocchioso?
            Per quanto riguarda il termine meritocrazia io non gli ho dato nessuna accezzione ho solo ricordato l’accezione con cui fu usato la prima volta più di 50 anni fa da Michael Young che appunta è quella corretta. Un pò come la storia dello scioglimento dei ghiacciai, tutti ne parlano ma in realtà non si è mai SCIOLTO nessun ghiacciaio, non se hai capito cosa intendo.
            Che c’entra il familismo amorale con i diritti civili? Renzi ha una mentalità aperta sui diritti civili? Vabbè forse in Italia e comunque nel Pd anche sul tema degli omosessuali non mi sembra brillare per innovazione, mezzo Pd è a favore dei matrimoni e adozione, lui no. Peraltro i diritti civili non riguardano solo i diritti degli omosessuali la storia del cimitero dei feti era davvero inquietante.

            La Francia non è una dittatura, la distinzione dei poteri sancita appunto da un concetto liberale è garantita, eppure governa con maggioranza assoluta il partito socialista che per definizione è un partito di ispirazione marxista e dai provvedimenti che vara direi che si vede.

            Peraltro non ho fatto riferimento da nessuna parte al tuo orientamento politico, dove lo avresti letto?

          • Hikaru Gosunkugi

            Familismo amorale ? Scusa, ma di cosa stai parlando ? Faccio sempre più fatica a seguirti nelle tue elucubrazioni.
            Anche il termine “decadente” e il termine “crepuscolare” furono coniati da persone che utilizzarono questi termini in senso dispregiativo; poi quei poeti e letterati si fecero un vanto di essere definiti così. Oggi il termine meritocrazia è entrato a far parte del dibattito politico e di per sé non ha nessuna connotazione positiva o negativa; ognuno è libero di pensare quello che vuole riguardo ai temi del merito e della competenza. Io credo che se la nostra società fosse più meritocratica le cose funzionerebbero molto meglio e non ci troveremmo nella bratta fino al collo (mi riferisco soprattutto alla pubblica amministrazione, in cui ho lavorato diversi anni prima di licenziarmi in preda allo schifo per tutto quello che vedevo).
            La spocchia sta nel fatto di dare per scontato che il tuo interlocutore non conosca il significato di certi termini, senza porsi nemmeno il problema del contesto in cui sono stati formulati. Quello che pensavi del mio orientamento politico lo si evince in modo chiarissimo dal tuo post precedente.
            Continuate a demonizzare chi ha un’idea di sinistra diversa dalla vostra e otterrete sempre dei buoni risultati. Si vede proprio che due secoli di storia non vi hanno insegnato un bel niente … ma in fondo perché meravigliarsi ? L’intolleranza verso gli eretici ha sempre caratterizzato la cultura marxista … basterebbe rileggersi Marx; il Principe degli Arroganti, e la sua micidiale “Ideologia tedesca” …

          • Bombarolo

            La locuzione “familismo amorale” l’ho usata anche nel post precedente e da lì l’ho ripresa, non capisco come ora ti possa lasciare perplesso.

            L’uso della terminologia in maniera corretta non è un vezzo dei marxisti o dei nazisti, serve per rendere chiari i contenuti, la parola meritocrazia non lo fa affatto,secondo te c’è qualche politico che almeno negli intenti dica di voler ostacolare i meritevoli?
            Il punto qualiificante è: quali sarebbero i criteri del merito? Che cos’è il merito? E li che ci si divide. Come Monti che predica tutti i giorni “riforme” come se ne esistessero solo di un tipo. Sarebbe ora di usare termini appropriati e soprattutto più specifici, non i termini che consigliano gli spin doctor utili per il consenso ma vuoti di significato.
            Dopo tutto, in Italia, in politica abbiamo una vera e propria neolingua. La voglia di impunità e illegalità diffusa viene chiamata garantismo, parola che da nobile significato ormai suona come una bestemmia, mentre i magistrati che fanno il loro lavoro sono diventati “giustizialisti”.
            Sei tu che continui a scrivere come se marxismo e liberalismo sono uno il contrario dell’altro, che faccio non sottolineo l’errore e lascio perdere per non sembrare spocchioso? è colpa mia se tra gli ideologi del liberalismo c’erano anche degli intelletuali con idee precorritrici del marxismo?
            Non evincere, rimani a ciò che leggi senza attribuirmi cose che non scrivo.Quello che demonizza sei tu, io ho argomentato dicendo che il programma è scritto da due economisti che sostengono i repubblicani, tu non mi hai mai risposto.
            Io ti ripeto che non sono un tifoso di un partito come se fosse una squadra di calcio, vincere sostenendo qualcosa di cui sono in completo disaccordo non la considero una vittoria.
            La teoria che chiunque consideri Renzi e le sue idee di destra o parli della sua condanna in primo grado sia una specie di nazista o pericoloso bolscevico si commenta da sè.

          • Hikaru Gosunkugi

            Ok; poniamo fine a questa polemica che sta diventando veramente stucchevole. Ti dico solo due cose e me ne vado a dormire:
            1) Se rileggi il tuo terzultimo post con un minimo di serenità e di equilibrio ti accorgerai che suonava molto maleducato e arrogante. Non c’è bisogno di aggredire l’interlocutore accusandolo di avere le idee confuse e di non conoscere il significato di certi termini. La mia reazione è venuta di conseguenza.
            2) L’aspetto più comico della faccenda è che io non sono nemmeno un elettore del PD e che non ho mai partecipato alle primarie di quel partito. Ma a forza di demonizzare Renzi, di gettargli fango addosso, di strumentalizzare ogni singolo episodio che potesse metterlo in cattiva a luce agli occhi degli elettori, me lo hanno fatto diventare sempre più simpatico. E accostandomi al personaggio senza alcun pregiudizio, ho scoperto che molte delle sue idee erano ampiamente condivisibili. Non solo: quelle idee potrebbero rappresentare un ottimo antidoto a molti mali da cui la sinistra italiana è storicamente affetta. Un gravissimo errore storico della sinistra italiana è stato quello di lasciare che la meritocrazia diventasse una bandiera della destra. Altro errore madornale è stato quello di concentrarsi unicamente sulla difesa di chi è già tutelato (ad es. i dipendenti pubblici, che dal mio punto di vista rappresentano una vera e propria casta), senza preoccuparsi a sufficienza di chi è totalmente sprovvisto di tutele.
            Mi dispiace che si sia un po’ trasceso.
            Buona serata.

          • Hikaru Gosunkugi

            Solo un’ultima osservazione perché te ne sono debitore. Se ieri sera non ti ho risposto riguardo all’affaire-Romney, è soltanto perché non ricordavo niente di quello che avevi scritto. Ho verificato le tue affermazioni e tutto quello che posso dirti è che il tuo modo di presentare i fatti è oltremodo tendenzioso. Renzi non si è mai espresso in favore del candidato repubblicano e ovviamente non si è mai avvalso dei suoi collaboratori. Sono i suoi avversari che hanno riscontrato delle forti analogie fra il programma delle primarie e quello utilizzato da Mitt Romney durante la campagna elettorale americana. Le affinità su certi temi ci sono sicuramente, ma tu hai scritto che Renzi è un sostenitore di Romney e questo (me lo devi concedere) faceva pensare a una situazione ben diversa.
            Saluti.

          • Bombarolo

            Non ho mai scritto che Renzi sostiene Romney, non lo farebbe mai anche per la sua immagine che tenta di accostare a quella di Obama. Ho scritto che chi gli ha scritto il programma economico ha sostenuto Romney.

            Esempio di Zingales http://www.bloomberg.com/news/2012-09-23/we-would-be-better-off-had-romney-been-president.html

          • Hikaru Gosunkugi

            Vabbé, non faccio nemmeno il copia e incolla; però ti assicuro che quello che hai scritto, nel modo in cui lo hai scritto, poteva suonare un tantino ambiguo. Questa polemica mi ha fatto venire in mente Giorgio Gaber e quella sua deliziosa canzone satirica: Ma cos’è la Destra ? Cos’è la Sinistra ?

          • Bombarolo

            Ma è chiaro che ognuno ha un concetto di destra e di sinistra diverso, basta vedere le differenze nei vari continenti.

            Nel nordamerica, la sinistra, il partito democratico americano in particolare, non osa mai mettere in discussione il mercato e considera una bestemmia il socialismo. Tutto ciò è dipeso dagli eventi storici: dalla guerra fredda con l’Urrs al maccartismo.
            Invece in larga parte dell’America Latina (Venezuela, Bolivia, Ecuador, Argentina, Brasile, Uruguay, Cuba) la sinistra coincide o comunque dipende dal socialismo e dal pensiero marxista.
            In Europa si tende ad essere più pragmatici ma comunque la maggioranza delle socialdemocrazie sono sempre molto influenzate dall’istanze socialiste e molto vicine ai sindacati. Ad esempio il Labour è finanziato per lo più dal sindacato.

          • Hikaru Gosunkugi

            Certo, ma il problema è anche un altro. Per alcuni la discriminante principale è la politica economica mentre per altri sono i temi etici, i diritti civili e le libertà individuali. Quindi può capitare che una persona si senta di sinistra pur essendo moderatamente liberista in ambito economico. Quando uno si è sempre battuto per i diritti dei gay, per i diritti degli immigrati, per la libertà della ricerca scientifica, per la non ingerenza del Vaticano nella politica italiana, per l’eutanasia e il suicidio assistito, per la legalizzazione delle droghe leggere, e poi si sente dire che è di destra ( a me è capitato molto spesso), è umanamente comprensibile che si senta ferito. Da questo punto di vista la sinistra di ispirazione marxista si è dimostrata spesso molto intollerante. Dopodiché ognuno è libero di scegliere il suo modello personale di destra e di sinistra.

          • Paolo

            beh, detto da uno non di sinistra, renzi ricorda il berlusconi del 94. I miei dubbi legati alla sua persona sono i fatti, più che le parole. Non è che Firenze brilli, poi certo lui ha un’immagine forte, non solo dovuta alla campagna gori. E’ infatti tipica di molti sindaci di sinistra, esaltati sempre dai giornali, vedi Rutelli, Veltroni, Bassolino etc. Alla fine la storia ha dato le sue risposte su di loro. Renzi ha di buono che ha capito meglio del suo partito la necessità di cambiare. Ma tutte le persone del Pd che conosco non lo vedono bene (per non parlare di sel). Mentre è valutato bene da elettori di cdx (e ne conosco diversi che lo hanno votato alle primarie). Insomma: sarebbe una figura che porterebbe più al centro il pd e in mancanza di una personalità a destra vincerebbe. Ma poi o gli fanno fare la sua politica più di destra rispetto al pd, o dura poco e il pd si scorda di governare per 20 anni.

          • Francesco Gonzaga

            Bravo , ben detto .

  • Generale!

    ma lista libertà e lavoro chi cazzo è? vedo che il variopinto mondo del cdx ormai pur di raccattare qualche briciola si sta sempre più distinguendo per la formazione di liste a dismisura per raccattare ogni 0,X%. Armate brancaleone col solo scopo di vincere alle elezioni.

    • Hikaru Gosunkugi

      Mi sa che sia Tremonti; quello che prima andava tutto bene e poi di colpo divenne rigoroso …

      • Luchetto

        Quello che dopo avere firmato il pareggio di bilancio critico’ Monti per la sua sottomissione alla Germania?

        • Hikaru Gosunkugi

          Quello che …. 🙂

          • brent

            3L alle regionali Lombardia ha preso lo 0.5% con 27000 voti.
            Che possa prendere lo 0.5% a livello nazionale è pura fantasia

          • Hikaru Gosunkugi

            Sì; ma questo dovresti dirlo ai sondaggisti 😉

  • Bombarolo

    Concordo abbastanza anche se mi sembra sempre un pò troppo generoso con la Lega.

  • Sondaggio molto dubbio. Lo prendo in considerazione, ma lo riformulerò prendendo in considerazione l’errore fatto tra l’ultimo sondaggio prima delle elezioni ed il dato reale.

  • Stigni – Go Lincoln Go

    Ho fatto un’analisi per confrontare quanti seggi avrebbero preso i vari partiti se vi fosse stato ancora il Mattarellum, chi ci avrebbe guadagnato e chi perso…

    http://frittumistu.blogspot.it/2013/03/mattarellum-vs-porcellum-parte-1.html

    • Stigni – Go Lincoln Go

      Prendendo solo il conto finale: IBC 242 (-98), Cdx 270 (+146), M5S 87 (-21) e Mon 18 (-27)
      Per tutte le assunzioni e i conti riferitevi all’articolo, con anche il mio commento

      • Antonio.

        Io penso che il PD quando parla di maggioritario intenda quello francese a doppio turno,ma solo tra i primi 2 candidati.
        Perchè così pensa di ottenere il massimo in termini di seggi.
        D’altra parte il CDX al ballottaggio è andato quasi sempre male.
        Per dire nel 1995 alle provinciali il CDX ne vinse solo 8 su 76.
        Ed anche nel 2004 finì 52 a 11 e pure nel 1999 46 a 21.
        Solo nel 2009 il CDX ha vinto 34 province contro le 28 del CSX.
        Al ballottaggio il CSX può contare su 2 dati a suo favore.
        Innanzitutto riesce a coalizzare i voti di quasi tutti gli avversari del CDX.
        Il Pd può andare da solo,ma poi recupera i voti della sinistra tipo Ingroia,ma anche dei centristi e dei grillini di sinistra.
        Poi gli elettori del CDX sono restii a ritornare al voto dopo il primo turno.
        D’altra parte mi dite in base al risultato delle ultime elezioni dove il CDX parte vincente ?
        Non ha superato il 50% da nessuna parte.
        Il risultato migliore è più del 40 in solo 4 province dell’alta Lombardia,Como,Sondrio,Bergamo e Brescia,perchè già a Varese è sotto al 39.
        Poi i migliori risultati sono un 38 a Caserta e Latina per poi a scalare il 37 di Salerno ed il 36 di BAT,Verona e Brindisi,per poi calare al 33 delle altre province fino al 20 ed anche meno delle regioni rosse.
        Mi dite col doppio turno dove il CDX potrebbe vincere ?
        Il CDX pur col 30% rischia di fare la fine del FN in Francia che però ha il 15.

        • Stigni – Go Lincoln Go

          Con il doppio turno stavince M5S secondo me… Potendo catalizzare il voto di Cdx e Csx se andasse al ballottaggio contro uno dei due…
          Quindi secondo me si avrebbe una schiacciante vittoria del M5S e secondo il Csx ma molto staccato…

          • Antonio.

            Oggi potrebbe essere effettivamente così.
            Il PD questo ragionamento lo faceva sopratutto in passato,
            (quello sul maggioritario)
            anche loro sono stati presi in cintropiede dall’esplosione elettorale del M5S.

    • leogan

      Un paio di commenti:
      1) se provi a riportare in auge la stessa legge che c’era prima del Porcellum al Senato
      credo che troverai ancora sorprese dal punto di vista della governabilità.
      2) nel momento in cui ci sono i collegi uninominali, la campagna elettorale è TOTALMENTE diversa, essendo l’impatto televisivo e di fidelizzazione del voto molto diverso.
      Ti ricordo che uno dei motivi principali per la introduzione del porcellum fu l’impossibilità o estrema difficoltà per il cdx di trovare candidati comuni per i collegi uninominali tra Lega, FI, AN e UDC.

      Quindi lavoro interessante, ma non credo aderente alla realtà.
      Comunque complimenti….

      • Stigni – Go Lincoln Go

        A breve faccio lo stesso conto anche per il Senato, la differente campagna elettorale ovviamente non la considero come la differenza di voti tra proporzionale e maggioritario…

        Dopo provo a considerare anche altri sistemi di voto per vedere come variano i risultati.

  • stenax

    Mi sa che sondaggi in questa fase valgono poco. Dipende chi guiderà le coalizioni. Berlusconi contro Renzi? Improponibile. B. non è scemo, non lo farebbe mai. Arriveranno le condanne? Berlusconi potrà candidarsi o avrà interdizione ai pubblici uffici? M5s avrà sostenuto un governo di “un terzo” per fare legge elettorale e conflitto di interessi o perderà tutti i voti “di sinistra”? Il centro si alleerà con Pd di Renzi? La Lega si alleerà ancora con Berlusconi? Impossibile se Maroni vuole restare in sella, altrimenti Tosi prenderà in mano il partito: al prox giro non ci sarà Regione Lombardia da conquistare, i militanti leghisti non digerirebbero altra alleanza con Pdl.

  • Max Mercury

    sto sondaggio non vale un euro

    • Antonio.

      Sicuro ?

  • alex

    i grillini secondo me cosi come erano sottostimati prima delle elezioni ,secondo me adesso sono sovrastimati

    il voto di opinione rischiano di perderlo in blocco x 2 ragioni

    1) attacco mediatico praticamente tutte i programmi politici attacano a testa bassa i grilli
    e alla lunga l’attacco pagherà
    2) l’italiano cerca stabilità, l’atteggiamento di chiusura dei grillini non aiuta vedo molti elettori csx e cdx tornare alla base, va bene la protesta ma poi si vuole essere governati!

    il tutto salvo INCIUCIO e relativo suicidio del PD in caso di governissimo i grillini prederebbero lo spazio a sinistra del pd fagocitandolo e diventando l’alternativa al pdl
    ma dubito che il pd si suicidi

  • Santiago-CCCP

    Ripeto anche qua,per me ok sulle due principali coalizione,basso il movimento 5 stelle.Solo una cosa non capisco lega+3l 4 alle elezioni,quasi al 5 adesso.Quindi lega al 5,troppo.

    • AND

      non proprio. LN è una cosa, 3L un’altra. infatti i voti di 3L vengono soprattutto da altri partiti

  • SigmaK

    Bel sondaggio. Tutto condivisibile tranne l’aumento della Lega che storicamente un po’ sopravvalutate. Per il resto mi pare buono.

  • Antonio.

    Qua in Liguria il M5S dovrebbe essere primo in 5 collegi,Imperia,Albenga,Chiavari,Rapallo e quello cittadino di Genova della Val Bisagno.
    Il CDX dovrebbe essere primo solo in quello di San Remo.
    Tutti gli altri al CSX.
    Di poco o non di tantissimo quelli di Genova Centro,Levante città,Savona e un po di più gli i 2 spezzini
    e gli altri 3 della città di Genova.
    Però col doppio turno qui si rischierebbe forse il cappotto M5S.
    Per esempio a San Remo coi voti del CSX Grillo dovrebbe sconfiggere abbastanza facilmente il CDX.
    Dove il M5S è avanti non dovrebbe avere problemi a confermarsi attingendo o da uno o dall’altro polo.
    Discorso un pò diverso per dove invece è sotto dal CSX.
    Dove lo è di poco come nei collegi genovesi cittadini del centro e levante città,a Savona e forse pure a Spezia potrebbe farcela tipo come a Parma.
    Più difficile nel Ponente cittadino e nella Val Polcevera.
    La mia indecisione su questi ultimi collegi e tutta solo legata al fatto che qui il CSX anche quando ha perso le regionali del 2000 invece il 62% lo aveva preso e vederlo non dico sconfitto,ma solo in affanno mi sembra statisticamente notevole.
    Però i tempi cambiano.
    Anche in Emilia e Toscana IBC ha preso solo poco più del 40%,il 37% in Umbria ed il 31 nelle Marche.

  • neofita

    Buonasera. Malatempora currunt! Quei 70 mld euro per le imprese ci occorrerebbero come il pane, anche se non ho ancora capito come verrebbero stanziati e se ci vorrebbe un governo stabile per eventuale stanziamento. Apprezzerei chiarimenti

    • OoO_gallus_OoO

      È un problema di cassa non di bilancio, perché le spese sono già contabilizzate.

  • Paolo
  • OoO_gallus_OoO

    Mettere i decimali sui sondaggi d’opinione in questa fase in cui l’opinione cambia da un’ora all’altra è quantomeno temerario. Mai come ora si dovrebbero usare forchette di valori.

  • LoSpada

    C’è una cosa che non capisco.. ma cosa è cambiato oggi dalle elezioni? Come fa la gente a votare sempre di più per Berlusconi? Ha fatto qualcosa di particolare da fine febbraio ad oggi?? A me sembra sempre di più uno che pensa agli affaracci suoi.. e la gente lo vota sempre di più??

    • Ottavio

      Per Berlusconi presumo ci siano un po’ di voti di ritorno da Monti, M5S e astenuti/bianche per via del risultato delle elezioni, si credeva fosse finito, quindi tanti alle elezioni hanno votato altro o non hanno votato, ora, dopo il risultato, alcuni dei tanti voti persi dal PDL presumo stiano ritornando.
      Tieni presente che il PDL nel 2008 aveva preso il 38%, oggi si da attorno al 23%, quindi, si può pensare che possa comunque attingere ad un 15% che ha perso, anche se parte di questo 15% è perso per sempre. Poi fino a quanto possa risalire quello proprio non ne ho idea, può darsi sia già quasi al massimo.

  • Pingback: Sondaggio SCENARIPOLITICI: NORD, CDX 34,3% (+4,3%), CSX 30,0%, M5S 22,2% | Scenaripolitici.comScenaripolitici.com()

  • Pingback: Sondaggio SCENARIPOLITICI: PIEMONTE, CDX 31,4% (+0,9%), CDX 30,5%, M5S 25,5% | Scenaripolitici.comScenaripolitici.com()

  • Pingback: Sondaggio SCENARIPOLITICI: TRENTINO ALTO ADIGE, CSX 45,0%, CDX 17,0%, M5S 15,5%, MONTI 11,0% | Scenaripolitici.comScenaripolitici.com()

  • Pingback: Sondaggio SCENARIPOLITICI: ZONE ROSSE, CSX 40,9%, M5S 26,3%, CDX 22,5% | Scenaripolitici.comScenaripolitici.com()

  • Pingback: Sondaggio SCENARIPOLITICI: TOSCANA, CSX 42,8%, M5S 25,5%, CDX 21,5% | Scenaripolitici.comScenaripolitici.com()

  • Pingback: Sondaggio SCENARIPOLITICI: CENTRO-SUD, CDX 32,5% (+4,7%), CSX 27,8%, M5S 27,2% | Scenaripolitici.comScenaripolitici.com()